Giornalisti Precari e Disoccupati – Nasce elenco per Enti in cerca di personale

GENOVA. Un ELENCO PUBBLICO DI GIORNALISTI, precari e disoccupati iscritti all’Albo, al quale le Amministrazioni pubbliche possano attingere in occasione di particolari eventi che richiedano un supporto straordinario e qualificato in relazione all’attività di ufficio stampa.
Lo ha istituito oggi Regione Liguria, con una delibera approvata dalla Giunta su proposta del presidente Giovanni Toti e dell’assessore alla Comunicazione, Ilaria Cavo, d’intesa con l’Associazione Ligure Giornalisti e l’Ordine dei Giornalisti della Liguria. “Fin dal nostro insediamento – spiega il governatore Toti - abbiamo lavorato per sostenere lo sviluppo di questa regione attraverso politiche che incentivassero l’occupazione. L’istituzione di questo elenco va esattamente in questa direzione, per sostenere e tutelare, a fronte di una crisi dell’editoria in tutto il paese, quei giornalisti precari e disoccupati che, preparati e capaci, possono garantire un’informazione sempre corretta e puntuale”. “L’impegno concreto – aggiunge l’assessore alla Comunicazione Ilaria Cavo - è duplice: da un lato far sì che tutte manifestazioni che vedono coinvolta a vario titolo Regione Liguria attingano a questo elenco per l’attività di ufficio stampa e, dall’altro, recepire le esigenze formative per la specializzazione dei giornalisti iscritti, in base alle opportunità che si presentino o alle esigenze che sopravvengano”.
L’elenco, al quale potranno iscriversi i giornalisti, pubblicisti o professionisti iscritti all’Albo, allegando il proprio curriculum vitae, sarà formato e aggiornato almeno una volta all’anno a cura dell’Ordine del Giornalisti – Consiglio regionale della Liguria, con il concorso dell’Associazione Ligure Giornalisti e successivamente pubblicato sui rispettivi siti internet e sul sito di Regione Liguria. “In un momento di grave crisi economica che sta coinvolgendo le testate giornalistiche della Liguria e erodendo i posti di lavoro – sottolinea Alessandra Costante, segretario dell’Associazione Ligure dei Giornalisti - l’istituzione di un elenco di colleghi al quale le istituzioni potranno attingere è un passo significativo. Non solo dal punto di vista dell’occupazione, ma anche – conclude - della qualità dell’informazione che si vuole garantire”.
Per i giornalisti iscritti saranno organizzate specifiche iniziative di formazione e riqualificazione così da migliorare la loro preparazione professionale e promuovere il loro inserimento lavorativo stabile. Su indicazione di Regione Liguria, è previsto sia che all’Albo attingano anche gli enti del settore regionale e le società partecipate per costituire uffici stampa temporanei legati a necessità di informazione straordinarie sia che eventuali ordinarie procedure di reclutamento di personale dipendente per lo svolgimento di attività di informazione siano oggetto di confronto con l’Ordine, con il concorso dell’Associazione. Queste indicazioni sono ritenute vincolanti per le Aziende sanitarie e gli altri soggetti erogatori pubblici o equiparati. Regione Liguria provvederà anche a una adeguata informazione e sensibilizzazione affinché, in caso di analoghe esigenze, possano attingere all’elenco anche le altre amministrazioni pubbliche oltre alle società e agli enti controllati.

I commenti sono chiusi